Dott.ssa Sara Bonacini - Diete e piani alimentari personalizzati, consulenza nutrizionale

Via Fosdondo, 16 Correggio (RE)

Lunedì - Venerdì: 9.00 - 20.00

Contattami: 349 255 1568

Perdere peso da soli: da dove iniziare

Mi rendo conto che il titolo di questo articolo sia quanto meno inaspettato: come, direte, tu fai questo di mestiere e vuoi dirci cosa dobbiamo fare per non diventare tuoi pazienti e dimagrire senza una dieta prescritta? Devo fare una grande premessa: dopo la laurea in Dietistica, fin dai primi approcci alla pratica clinica, mi sono resa conto che per poter aiutare davvero le persone a stare meglio (senza la pretesa di fare miracoli o guarire malattie!) dovevo rimboccarmi le maniche e approfondire ambiti non trattati in università. Spero che con gli anni la formazione universitaria si stia adeguando a un mondo in continuo cambiamento e a problematiche di salute relativamente “recenti”..anche se non sono troppo ottimista! Ad ogni modo, essendo curiosa di natura ho cominciato ad approfondire numerose tematiche e soprattutto a rendermi conto che il mio lavoro non poteva e non può essere il mero conteggio calorico tradotto in una riduzione delle porzioni o in consigli alimentari. Non bisogna necessariamente soffrire di un disturbo alimentare per rendersi conto che il cibo ha tanti significati aggiuntivi al semplice “carburante”: è aggregazione sociale, consolazione, amore, calore, casa, ricordi..e tante altre sfumature. Diventare consapevoli di questo non è così scontato: tante persone credono di mangiare solo ed esclusivamente per fame quando non è così! Io credo che se si ingrassa è perché quel grasso ha una funzione per noi e perché, in modo più o meno consapevole, ci si è allontanati da sé stessi non ascoltandoci più. Credo che ognuno di noi, se si mette in ascolto, riesca a capire se sta mangiando poco,tanto o il giusto e che la prima cosa da fare, se vogliamo dimagrire, sia ricominciare ad ascoltarsi per recuperare questo istinto innato. So che può sembrare banale ma, per quanto semplice, credo sia un ragionamento molto complesso (quindi non facile). Siamo abituati ad andare da specialisti che ci prescrivono “cose”: farmaci, esami, diete. Accettiamo di farci dire da un’altra persona cosa e quanto dobbiamo mangiare ma in realtà è la parte razionale di noi ad accettarlo mentre quella emotiva, la mente inconscia, non ama le catene e vorrebbe fare tutt’altro. Quindi tornando a noi, come dimagrire mettendo d’accordo tutte le parti di noi stessi, in modo semplice, duraturo e senza che sia un sacrificio immane??

  • Iniziare ad ascoltarsi: può essere difficile all’inizio,spiazzati dal non sapere bene cosa ascoltare. Ci si può aiutare scrivendo i propri pensieri su un quaderno, magari focalizzandoci sulle nostre emozioni riguardo ad eventi che ci sono successi nella giornata.Anche discipline come lo yoga, il pilates o il Tai Chi possono aiutarci ad iniziare a percepire il nostro corpo e la nostra mente e a rimanere nel momento presente. Ho già trattato il tema della consapevolezza anche qui
  • Capire da dove partiamo: scrivere su un quaderno quello che mangiamo abitualmente ci può aiutare a capire dove possiamo migliorare. Senza giudizio, senza imporci regole ferree su ciò che pensiamo dovremmo mangiare ma scrivendo in modo oggettivo quello che mangiamo. Magari scopriremo che la cioccolata della sera è una coccola e che, decidendo consapevolmente di concedercela, non la vivremo più come uno sgarro e riusciremo ad essere soddisfatti di due quadratini senza sentirci “obbligati” a finire la confezione perché “tanto ormai ho sgarrato”.È importante capire che non esistono cibi dimagranti e cibi ingrassanti: si può perdere peso anche mangiando le cose che ci piacciono ma dobbiamo avere una idea delle quantità che consumiamo
  • Cominciare a prendersi cura di sé già adesso, da subito. Per cambiare dobbiamo prendere atto della situazione attuale: pensieri come “comprerò quel vestito quando indosserò una taglia in meno” oppure “mi regalerò una giornata alle terme quando avrò perso 5 kg” non fanno che spostare il problema e creare ansia. Se voglio cambiare e raggiungere i miei obiettivi devo trattarmi già da ora come se li avessi raggiunti: quindi mi vestirò bene come se quei kg li avessi già persi, curerò il mio corpo come se fossi già arrivata all’obiettivo, in modo da far capire alla mia mente inconscia quello che desidero e renderla un alleata nel raggiungimento del mio traguardo.

Questi piccoli grandi passi aumenteranno di molto la tua consapevolezza e ti potranno aiutare concretamente. Se poi riterrai di avere bisogno di un aiuto in più, saranno informazioni preziose anche nel caso tu voglia affidarti ad un professionista della nutrizione😊

Commenta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono indicati con *